CIPRA

Commissione internazionale per la protezione delle Alpi

Edifici premiati nelle Alpi

La Svizzera e il Liechtenstein hanno assegnato per la sesta volta il premio di architettura «Constructive Alps» per le ristrutturazioni e le costruzioni sostenibili nelle Alpi. Tra i circa 240 progetti presentati da sette Paesi, la giuria ne ha premiati undici di particolare rilievo. Questi progetti minimizzano il consumo di suolo, utilizzano il legno come materiale da costruzione e autoproducono l'elettricità di cui hanno bisogno.

Gli architetti degli edifici premiati hanno prestato particolare attenzione alle risorse naturali e alle tradizioni edilizie della regione alpina.
Gli edifici mostrano in modo esemplare come l'architettura possa coniugare estetica e sostenibilità. Si caratterizzano per il fatto di minimizzare il consumo di suolo, di impiegare materiali da costruzione rinnovabili e di ridurre al minimo il fabbisogno di energia o coprendolo autonomamente.
Nell'edizione di quest'anno di Constructive Alps, i primi tre posti e il premio in denaro di 50 000 euro sono condivisi da quattro progetti.
Il primo premio va all'edificio scolastico Feld di Azmoos (Cantone San Gallo, Svizzera), costruito nel 2020, in sostituzione della vecchia scuola che poteva accogliere ottanta scolari. Nel nuovo edificio, più grande, che sorge sulla stessa area, c'è ora spazio per duecento alunni. La costruzione in legno convince per la sua sostenibilità sociale ed ecologica, ottenuta tra l'altro grazie alla creazione di spazi di incontro e alla copertura del fabbisogno energetico con l'impianto fotovoltaico sul tetto.
Quest'anno il secondo premio è andato a due progetti: la sede dell'azienda specializzata in riscaldamento ÖkoFEN France a Saint-Baldoph, vicino a Chambéry, Francia, e l'immobile di appartamenti Ghiringhelli a Bellinzona (Cantone Ticino, Svizzera). L'edificio di ÖkoFEN France è realizzato in legno massiccio, dalla struttura portante fino all'involucro. Il team di progetto ha posto accenti di design urbano nel passaggio dalla zona industriale alla zona umida adiacente, ad esempio creando un cortile interno alberato. Anche l'immobile di appartamenti Ghiringhelli è realizzato in legno e coniuga l'attenzione per l'ecologia con uno sviluppo interno di qualità e un'offerta di alloggi a prezzi accessibili. I tradizionali porticati creano inoltre interessanti spazi d'incontro.
La giuria ha assegnato il terzo premio alla rinnovata Falkenhütte di Hinterriss, nei monti austriaci del Karwendel.
La capanna alpina si inserisce in modo discreto nel paesaggio d'alta montagna. Il team di architetti ha preservato le parti esistenti dell'e-dificio risalenti agli anni '20 e '60 del secolo scorso, con le quali le nuove costruzioni annesse formano un insieme armonioso. La Falkenhütte è inoltre stata votata come progetto preferito dal pubblico, un riconoscimento che viene assegnato per la seconda volta.
La giuria ha inoltre assegnato riconoscimenti ai seguenti progetti:

Appartamenti per studenti Ernas Haus, Dornbirn (AT)

  • Complesso residenziale Friedrich-Inhauser-Strasse (ZeCaRe II), Salisburgo (AT)
  • Edificio per uffici Küng, Alpnach (CH)
  • Ristrutturazione e ampliamento edificio multiuso, Fläsch (CH)
  • Edificio scolastico temporaneo Matador, Vaduz (FL)
  • Alpeggio Petosan, La Thuile (IT)
  • Casa Šenk, Zgornje Jezersko (SL)

Un tetto per le Alpi

Fin dalla sua costituzione, nel 1952, la CIPRA promuove l’incontro fra persone e organizzazioni che si impegnano a favore dello sviluppo sostenibile nelle Alpi, superando confini linguistici, culturali, geografici e politici. Dal 1975 è attiva come organizzazione «ombrello». Ne fanno parte più di 100 associazioni, organizzazioni e persone.

Impulsi per le città e i comuni

Nel 1996 la CIPRA ha agito da «levatrice» per la nascita della Rete di Comuni «Alleanza nelle Alpi». Da allora ne accompagna attivamente lo sviluppo, ne attua i progetti e fornisce servizi amministrativi. Anche per l’Associazione «Città alpina dell‘anno», fondata nel 1997, la CIPRA gestisce la segreteria e realizza progetti.

Impegno politico

La CIPRA si attiva per conferire un maggiore peso alla politica alpina a livello internazionale. La firma della Convenzione delle Alpi nel 1991 è stata una pietra miliare. La CIPRA ha lo status di osservatore uffi-ciale presso gli organi della Convenzione, fornisce idee e basi per la discussione su tematiche attuali ed esprime valutazioni critiche su posizioni, strategie e piani d‘azione.

Informare con cognizione di causa in tutto l'arco alpino

La CIPRA comunica in più lingue, con cognizione di causa e affidabilità. In occasione dell’Anno internazionale della montagna 2002, con alpMedia lanciava un servizio informazioni a livello alpino. La news-letter diffonde periodicamente novità, informazioni e i programmi di manifestazioni ed eventi di tutti i Paesi alpini. Le informazioni sono costantemente aggiornate sul sito web.

Passy - Città alpina dell'anno 2022

La città francese di Passy ha ottenuto il titolo di “Città Alpina dell’anno 2022” per la sua politica di sviluppo sostenibile. In questo anno della Città...

Biella - Città alpina dell'anno 2021

La città di Biella è stata ufficialmente designata “Città Alpina dell’anno 2021” da una giuria internazionale. In questo modo, Biella entra a far parte della...

Morbegno - Città alpina dell'anno 2019

Morbegno (So) è stata nominata "Città Alpina dell'anno 2019". La piccola cittadina della Valtellina, vicina al lago di Como è ricca di storia e cultura ed è...

Bressanone - Città alpina dell’anno 2018

Bressanone-Brixen (Bz)  è la nuova “Città alpina dell’anno” del 2018. La città rappresenta il centro regionale di uno dei principali complessi vallivi...

Tolmezzo - Città alpina dell’anno 2017

Tolmezzo (UD), il centro più importante della Carnia (Friuli-Venezia Giulia), è stata insignita del titolo di “Città alpina dell’anno 2017” per l’impegno...

Tolmino - Città alpina dell'anno 2016

Il titolo “Città alpina dell’anno 2016” è stato assegnato alla città slovena di Tolmino, che conta 11.430 abitanti ed è situata a poca distanza dalla...

Chamonix - Città alpina dell’anno 2015

La città francese di Chamonix-Mont-Blanc viene insignita del titolo di "Città Alpina dell’anno 2015" per la sua politica orientata allo sviluppo...

Lecco - Città alpina dell'anno 2013

Nel 2013 la città italiana di Lecco potrà fregiarsi del titolo di "Città alpina dell'anno 2013". Il capoluogo dell'omonima Provincia lombarda ha ottenuto il...

Relazione annuale Cipra 2016

In rete per le Alpi La CIPRA è una piccola organizzazione con una grande rete. In essa confluiscono persone di diversi Stati alpini per impegnarsi insieme...

Relazione annuale Cipra 2021

Qual è il contributo della natura nelle Alpi Pascoli alpini che forniscono cibo. Alberi che producono un microclima gradevole. Paesaggi alpini che guariscono...

Relazione annuale Cipra 2018

Ospite e a casa Come si prospetta una buona qualità della vita sulle Alpi? Come reimpostare il turismo? La CIPRA Internazionale dedica il suo Rapporto...

Relazione annuale Cipra 2017

Pensare insieme il futuro L’innovazione sociale è sulla bocca di tutti. La Relazione Annuale 2017 della CIPRA Internazionale mostra di che si tratta, di che...