Il Rosa
Giornale di Macugnaga e della Valle Anzasca

Il periodico Il Rosa nasce nel dicembre 1962, in concomitanza con l'inaugurazione della funivia Alpe Bill - Passo del Moro a Macugnaga. Inizia le pubblicazioni come mensile, edito dall’allora Azienda Autonoma di Soggiorno, presieduta da Carlo Ravasio e inizialmente sostenuto dall'Associazione "Amici di Macugnaga", presieduta da Renato Dolfin.
Dopo la scomparsa di Ravasio e Dolfin, subentra un nuovo gruppo dirigente. Nasce la “Cooperativa Editoriale IL ROSA" il cui Direttore responsabile di allora fu Piero Sandonnini, luminosa figura di sportivo e amante della montagna. Dal 1997 la direzione de Il Rosa é assunta dallo scrittore e giornalista Paolo Crosa Lenz.


Il mondo leggendario delle Alpi conserva e trasmette “valori buoni” che sono ancora utili alla società di oggi, globalizzata e digitalizzata: l’onore della fatica per un lavoro ben fatto, la solidarietà come necessità impellente, il rispetto per la natura e la misura in uno sviluppo economico che non può essere infinito. È questa la lezione di un passato che deve diventare prospettiva di futuro. La “reinterpretazione” moderna di antiche fiabe, miti, leggende operata dagli alunni delle scuole medie di Vanzone assicura continuità alla cultura delle Alpi.

È in libreria in queste settimane una nuova iniziativa editoriale de “Il Rosa”: il libro di Marco Sonzogni “Vicende d’Anzasca: il sale della fatica”. L’antologia raccoglie oltre venti anni di scritti dello storico redattore de “Il Rosa – Giornale di Macugnaga e della Valle Anzasca”.

In questi giorni è arrivato nelle librerie dell’Ossola (Grossi – Domodossola, La Pagina – Villadossola e Alberti - Verbania), nelle edicole della Valle Anzasca (Pontegrande, Vanzone, Borca e Macugnaga), presso Rabbogliatti Sport a Macugnaga e anche online sul sito www.ilrosa.info, il volume 'Macugnaga nel Novecento. luoghi, uomini,cronache’.

Una raccolta di scritti redatti da Alessandro Zanni e pubblicati nel corso degli anni sul periodico “Il Rosa” edito dall'omonima associazione culturale.

Il grafico freelance Marco Vallino, in arte Caracoltrip ha presentato la sua ultima realizzazione dal titolo: "Il Monterosa come non l'avete mai visto".
Vallino, torinese, si è trasferito nel 2015 in Val D'ayas e da allora ha iniziato ad occuparsi di montagna ed in particolare delle montagne aostane e della migrazione del popolo Walser.

Nei giorni scorsi Paolo Crosa Lenz è stato nominato presidente delle Aree Protette dell’Ossola. Insegnante, scrittore, Direttore de “Il Rosa”, alpinista. Profondo conoscitore del territorio ossolano, della sua storia e delle sue genti. Crosa Lenz subentra a Graziano Uttini, giunto a fine mandato.
L’Ente di gestione delle aree protette dell’Ossola si occupa del buon funzionamento dei Parchi naturali delle alpi Veglia e Devero (Baceno, Crodo, Varzo e Trasquera) e del Parco naturale della Valle Antrona (Antrona Schieranco e Viganella).

Notizie

Notizie varie dal MonteRosa e dintorni

Progetti

Panoramica dei progetti in corso

Pubblicazioni

Elenco delle pubblicazioni realizzate