Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

UniMont - Università della Montagna di Edolo

Il centro Universitario d’Eccellenza "Università della Montagna" è un innovativo centro di formazione e di ricerca, specializzato nello studio e nell’analisi delle complessità del territorio montano, che nasce sulla base dell’accordo di programma tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e l’Università degli Studi di Milano.

Università della Montagna Sede di Edolo (Bs)

Il polo universitario di Edolo didattica e ricerca per una montagna giovane e innovativa

Università della Montagna di EdoloMartedì 18 ottobre 2016 alle ore 15.00, presso l'Aula Magna dell'Università della Montagna a Edolo, si terrà l'incontro "Il Polo Universitario di Edolo - Didattica e ricerca per una montagna giovane e innovativa".
Un incontro con docenti e studenti del polo universitario di Edolo, unico a livello nazionale ormai noto e attivo nel contesto internazionale, dove la montagna è protagonista e giovani appassionati e intenzionati ad esprimersi professionalmente nelle terre alte trovano una formazione adeguata e la possibilità di entrare concretamente in contatto con esperienze e buone pratiche. 
Un investimento che ha permesso la formazione di giovani professionisti che svolgono attività in montagna con un approccio moderno e innovativo. Una serie di progetti ed un network che portano al centro dell’attenzione i temi prioritari per lo sviluppo delle aree montane in un dialogo ormai consolidato con i principali soggetti nazionali ed internazionali attivi nei diversi settori di intervento.

INTERVENGONO:
Gian Attilio Sacchi, Direttore del Dipartimento DISAA Università degli Studi di Milano
Gian Battista Bischetti, Presidente del Corso di Laurea in Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano
Anna Giorgi, Direttore del Centro Interdipartimentale Ge.S.Di.Mont.
Alberto Tamburini, Presidente dell’Associazione ValTeMo

A seguire alcuni laureati del corso di laurea porteranno la propria esperienza.

Tutti gli interessati sono invitati. La partecipazione è libera e gratuita

Manifestazione di interesse per la concessione di 8 Malghe in Lombardia

Ersaf - Ente Regionale Servizi Agricoltura e ForesteA inizio 2017, ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste della Lomabrdia) metterà a bando la concessione di otto malghe distribuite sul territorio lombardo. Una è in Valtellina, una in provincia di Bergamo e sei nel bresciano. Chi è interessato al bando può farlo sapere all’ente entro il 9 settembre: in tal modo verrà invitato – quando sarà indetta la gara – a presentare la propria offerta secondo le modalità che il bando prevederà.
In dettaglio, le malghe sono:

  • Malga Pioda-Cameraccio, Foresta Valmasino, Comune di Valmasino (Sondrio)
  • Malga Azzaredo, Foresta Azzaredo Casù, Comune di Mezzoldo (Bergamo)
  • Malga Campolungo, Foresta Valgrigna, Comune di Bienno (Brescia)
  • Malga Cigoleto con Stabile Solato, Foresta Valgrigna (Brescia)
  • Malga Vesta di Cima, Foresta Gardesana (Brescia)
  • Pascolo Glisuner, Foresta Valle di Scalve, Comune di Angolo Terme (Brescia)
  • Pascolo Scandolaro, Foresta Valgrigna, Comune di Esine (Brescia)
  • Pascolo Dos Boscà, Foresta Gardesana, Comune di Valvestino (Brescia)
La descrizione delle malghe è reperibile sul sito ERSAF: www.ersaf.lombardia.it/Alpeggi/

Leggi tutto

Progetto Filiera Eco-Alimentare

L’Associazione ARS.UNI.VCO i Dipartimenti DIVET, VESPA Ge.S.Di.Mont. dell’Università di Milano e l’Unione dei Comuni dell’Alta Ossola organizzano martedì 26 luglio 2016, ore 9.30 presso il Collegio Mellerio Rosmini di Domodossola la Conferenza di chiusura del progetto Filiera Eco-Alimentare : Valorizzazione delle carni di selvaggina: la gestione di prodotto sostenibile come strumento di stimolo al miglioramento ambientale dei territori alpini
Nel corso dell’incontro i partner di progetto oltre alla restituzione del lavoro svolto, illustreranno dati ed indicazioni sul processo di filiera dal punto di vista tecnico, igienico sanitario ed economico. La partecipazione è libera e gratuita. Per informazioni:

ASSOCIAZIONE ARS.UNI.VCO
Via Rosmini, 24 – 28845 – Domodossola (VB) – Tel. 0324.482.548 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L'Università della Montagna al Secondo Summit di Carovana delle Alpi

La Carovana delle Alpi di LegambienteSabato 2 luglio 2016, presso il Centro Polifunzionale e Culturale Lou Pourtounore di Ostana (Cuneo), dalle 9.00 alle 18.00 si svolgerà il Secondo Summit di Carovana delle Alpi di Legambiente, che tratterà il tema de: "Il reinsediamento in montagna tra riordini amministrativi e gestione del territorio".
L’iniziativa, promossa da Legambiente e dal comune di Ostana, con il patrocinio del Consiglio Regionale del Piemonte, vedrà la partecipazione di numerosi enti impegnati nella promozione e nello sviluppo dei centri montani.
Insieme a Uncem, Legambiente, Cipra Italia, Parco delle Alpi Marittime, Parco del Monviso, e molte altre associazioni e cooperative, ci sarà anche l'Università della Montagna, rappresentata da Anna Giorgi ed Emanuela Zilio, a riconferma del fatto che Unimont collabora ed è presente in tutte le aree alpine dove la montagna è risorsa e non svantaggio.
Nella seconda parte della giornata interverranno infatti amministratori regionali e comunali portando esempi virtuosi di aree montane che, come Ostana, partendo dalle proprie radici sono riuscite a ribaltare la tendenza allo spopolamento, dando nuova vita e nuovo futuro alle terre alte.
Scarica qui la locandina dell'evento.

Associazione Culturale Il Rosa

L'associazione Culturale gestisce la pubblicazione del periodico "Il Rosa - Giornale di Macugnaga e della valle Anzasca". 
Il giornale non viene venduto, ma inviato ad “abbonati” che hanno versato liberamente una quota di contributo oppure solamente hanno segnalato l’indirizzo. Da oltre cinquant'anni è forse il primo caso di free press sulle Alpi. E’ un giornale indipendente, non frutto di un’iniziativa imprenditoriale, né istituzionale.
Redazione e collaboratori forniscono il proprio impegno a titolo gratuito e volontario, mossi da un’adesione profonda e non effimera ai valori della cultura alpina.