Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

Al via la rassegna letteraria racCONTA LA MONTAGNA

Nell'ambito del progetto Italian Mountain Lab - promosso dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) e realizzato dall'Università della Montagna in collaborazione con l’Università del Piemonte Orientale e l’Università della Tuscia - UNIMONT presenta racCONTA LA MONTAGNA: una rassegna letteraria dedicata alla saggistica e alla narrativa di montagna che vede gli autori di libri ispirati dai monti dialogare con gli studenti universitari dei tre atenei partner. L'iniziativa è caratterizzata dall'utilizzo di tecnologie per avvicinare le montagne (aula virtuale) e dalla congiunzione tra diverse tipologie di prodotti generati dalla montagna in un mix creativo.
raCONTA LA MONTAGNA è un progetto di UNIMONT in ricordo di Alida Bruni, una collega grintosa e geniale dell'Università della Montagna che aveva una grande passione per la letteratura, coordinato dall'Arch. Claudio Gasparotti, ideatore e promotore dell’iniziativa.
Partner dell’iniziativa il Consorzio per la Tutela dei vini I.G.T. Valcamonica, il Consorzio per la Tutela del Formaggio Silter Camuno-Sebino e il Consorzio della Castagna di Valle Camonica che offriranno i propri prodotti in chiusura ad ogni appuntamento.
 
 

Associazione Culturale Il Rosa

L'associazione Culturale gestisce la pubblicazione del periodico "Il Rosa - Giornale di Macugnaga e della valle Anzasca". 
Il giornale non viene venduto, ma inviato ad “abbonati” che hanno versato liberamente una quota di contributo oppure solamente hanno segnalato l’indirizzo. Da oltre cinquant'anni è forse il primo caso di free press sulle Alpi. E’ un giornale indipendente, non frutto di un’iniziativa imprenditoriale, né istituzionale.
Redazione e collaboratori forniscono il proprio impegno a titolo gratuito e volontario, mossi da un’adesione profonda e non effimera ai valori della cultura alpina.