Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

Associazione Escolo Sancto Lucio di Coumboscuro

Tutto è iniziato circa 60 anni or sono quando "lou magistre " - al secolo Sergio Arneodo- un giorno disse agli allievi di allora che riempivano la piccola aula scolastica, "Da encuéi coumensé co a scrive ente la lengo que vous a moustrà vosto maire"  (da oggi incominciate anche a scrivere nella lingua che vi ha insegnato a parlare vostra madre). L'avventura dell'Escolo incominciò da quel momento . Adesso 6 giovani stanno portando avanti questo straordinario progetto. Certamente non è facile, ma Coumboscuro rimane l'unico esempio nelle Alpi dove si vive anche di cultura, dove per amore della propria lingua e della propria terra si continua a abitare quassù e si continua a parlare ai propri figli nella "lengo dal cor " (nella propria lingua del cuore)
Montagna da Vivere ha deciso di collaborare a suo modo al progetto offrendo sul suo portale uno spazio dedicato per dare ulteriore sostegno e visibilità alle iniziative messe in campo dall'Associazione.
Scuola provenzale di Sancto lucio di Coumboscuro

Boun Deiniàl 2014

Ci uniamo agli amici dell'Escolo de Sancto Lucio de Coumboscuro per augurarvi Buon Natale usando con alcuni versi in provenzale tratti da un canto eseguito nel periodo natalizio e tradotti nelle sei lingue parlate nel Piemonte e in Vallèe d’Aoste

La pouvre de moun viage

Sus lou lindàl de moun desert roumiage
Ai esperà ent’al séro
Ma maire que m’adoubésse
na meiro de pastre e pastrésse,
perqué la pouvre de moun viage
fiourisse la prièro.

La povre ëd mè viage (piemontese del monregalese)

Sla seuja ëd mè ëndé solengh
j’heu spetà ënt la sèira mia mare, ch’am fèissa bela
na cabana con bërgé e bërgere,
ché drinta la povre ëd mè viage
fiorijssa la preghiera.

 

La poussa de mon voyadzo (franco provenzale Valle d’Aosta) 

Su lo leunder de mon deser pelerenadzo
dz’i attendu deun lo vëpro
ma mére que m’arrendzuche
an cabana de berdzë et berdzëye,
perqué la poussa de mon voyadzo
fleurèissèye la préèye.

 

La poussa doou min viadjou (franco provenzale valli di Viù)

Su la seuìi doou min dézért pèrégrinà
Dj’ai spetà eunt la séira
mia mari qu’eun faset bèl
‘na que a to berdjì é berdjieri,
perqué da la poossa doou min vaidjou
è-fieuriset la préguièra.

Der staub miner rais (walser)

Darbi dam ingang mis wïlde umgoh
hon ich g’baitud mini aju
im inchemende oband, umdos si erhïbschri  
an hittu mid hirte und scheiferljine
fïrwos vam staub miner rais
täte bliästi ds g’bat.

La poussière de mon voyage (francese)

Sur le seuil de ma déserte errance
le soir j’ai attendu
ma mère, et elle a embelli
ma cabane de bergers et de bergères,
et la prière a fait fleurir
la poussière de mon voyage

La polvere del mio viaggio

Sulla soglia del mio deserto peregrinare
ho atteso nella sera
mia madre, che m’abbellisse
una capanna con pastori e pastorelle,
perché la polvere del mio viaggio
fiorisse la preghiera.

Sergio Arneodo (1927-2013)

 

 

Sostieni l'Escolo a Deinial (Natale)

Car amis de l'Escolo de Sancto Lucio de Coumboscuro,
sarà questo strano autunno decisamente mite quassù in Coumboscuro a farci coraggio e spronarci a resistere. Come vi abbiamo già esposto nelle precedenti mail l'Associazione Escolo si trova in difficoltà nel reperire liquidità. Sinceramente non possiamo dire che gli stanziamenti ed i contributi da parte degli Enti pubblici non siano stati determinati ma d'altro lato dobbiamo ammettere che non vengono liquidati a fronte di nostre rendicontazioni effettuate da mesi se non da anni con spese da noi totalmente sostenute e documentate.
Con questo non vogliamo criminalizzare nessuno. Sappiamo benissimo che i funzionari con cui ci confrontiamo periodicamente cercano in ogni modo di venirci incontro ed aiutarci ma non possono fare l'impossibile. E' il sistema Italia che si è inceppato e burocratizzato e quelli che ne portano le conseguenze sono le piccole realtà come le nostre dove non si gioca con i numeri dei bilanci, ma con la moneta spicciola che ogni mese deve esserci per poter pagare un minimo di stipendio ai giovani che lavorano nell'associazione e i contributi previdenziali. Per questo motivo abbiamo creato questa azione di solidarietà e di aiuto reciproco tra l'Associazione e tanti amici che ci stanno sostenendo. Certamente pare una follia, ma è proprio la vostra solidarietà che ci ha permesso di pagare gli stipendi di agosto e settembre ed affrontare ottobre. Sinceramente devo dirvi che se non ci foste stati voi gli stipendi e le spese più urgenti non avremmo potute onorarle. Per questo motivo vi diciamo "ben ben gramasis" e ve lo vogliamo dire in provenzale per poter trasmettere completamente la nostra gratitudine. 

Leggi tutto

Le lingue d’oc: la libertà di esprimersi a “ nosto modo“ nella pubblica amministrazione

Scuola provenzaleUn altro grande progetto dell'Escolo de Sancto Lucio de Coumboscuro, splendida realtà della montagna piemontese, dove non si lascia nulla di intentato per tenere viva la cultura e la storia delle valli Occitane del Piemonte.
Il progetto prevede 5 lezioni – conferenza imperniate sull'uso della lingua madre nella pubblica amministrazione ma in collaborazione e concertazione con l’Amministrazione Comunale e i sette Comuni partner si è voluto dedicare una conferenza a due grandi poeti provenzali Frederì Mistral, premio Nobel per la letteratura con il poema Mireio e Sergio Arneodo, fondatore di Coumboscuro che coraggiosamente più di 60 anni or sono un giorno disse ai suoi allievi "Encuéi coumensé a escrive decò enté la lengo que vous a moustrà vosto maire”.
Da quella semplice frase partì la rinascita e la presa d’identità di tutto il mondo alpino, da quella semplice frase il popolo delle Alpi prese coscienza che il "dialetto" che parlavano comunemente in casa invece era una grande lingua che poteva vantarsi nientemeno di aver ottenuto un premio Nobel.
Il corso Le lingue d’oc: la libertà di esprimersi a "nosto modo“ nella pubblica amministrazione  è organizzato dall’Escolo de Sancto Lucio de Coumboscuro su incarico della Provincia di Cuneo e dei sette comuni patner nel progetto ossia Frabosa Soprana, Frabosa Sottana, Roccaforte Mondovì, Entracque, Marmora, Casteldelfino, Sanfront con la collaborazione e supervisione della Regione Piemonte e grazie al finanziamento concesso dalla legge 482/99 Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Vous espeten

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - tel 3805333938

Escolo Sancto Lucio de Coumboscuro - La scuola provenzale

Associazione Culturale Il Rosa

Calendario Il Rosa 2019
Eccoli tutti gli sport del Monte Rosa nel Calendario 2019 de “Il Rosa”. La grande montagna, è la seconda più alta in Europa e l’unica di dimensioni himalayane, ha una voce: è quella dei silenzi e delle solitudini delle alte quote, ma anche quella degli sforzi sportivi dell’uomo.