Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

Commissione Internazionale Protezione Alpi

La CIPRA, Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi, è un’organizzazione non governativa, strutturata in rappresentanze dislocate nei sette Stati alpini. Ne aderiscono più di 100 associazioni e organizzazioni. La CIPRA opera in favore di uno sviluppo sostenibile nelle Alpi e si impegna per la salvaguardia del patrimonio naturale e culturale, per il mantenimento delle varietà regionali e per la ricerca di soluzioni ai problemi transfrontalieri dello spazio alpino.
CIPRA - Commissione Internazionale Protezione Alpi

Una montagna di opportunità - L’avvenire di Ayas e delle Alpi

Le potenzialità di Ayas ed in generale della montagna, ai fini di uno sviluppo armonico e duraturo dei territori alpini. Salvaguardia e valorizzazione delle risorse ambientali, storico-culturali, paesaggistiche, relazionali e dei saperi.
Se ne parlerà il 3 e 4 Dicembre 2016 presso la sede di MonterosaTerme a Champoluc (Valle d'Ayas) in un convegno che vedrà la partecipazione di Cipra Italia, Associazione Dislvelli e del Gruppo di lavoro “Ripartire dalle Cime Bianche”.
Scarica qui il programma della manifestazione

Tolmezzo, Città Alpina 2017

Tolmezzo (UD), il centro più importante della Carnia/Friuli-Venezia Giulia, è stata insignita del titolo di “Città alpina dell’anno 2017” per l’impegno dispiegato per una politica urbana sostenibile e inclusiva.  La Città friulana subentra a Tolmino/SI (2016) e Chamonix/F (2015).
Il titolo è stato assegnato da una Giuria internazionale alla città che conta 10.451 abitanti ed è situata poco distante dalla frontiera italo-slovena e dal Parco naturale delle Prealpi Giulie. Nell’anno della Città alpina appena iniziato Tolmezzo intende promuovere una maggior partecipazione giovanile, uno sviluppo urbano sostenibile, un turismo dolce e valorizzare i prodotti agricoli locali.

Constructive Alps 2017

Premio per le ristrutturazioni e costruzioni sostenibili nelle Alpi.
La Svizzera e il Liechtenstein – dopo il 2010, il 2013 e il 2015 – assegneranno anche nel 2017 il «Premio internazionale per le ristrutturazioni e costruzioni sostenibili nelle Alpi, Constructive Alps» giunto alla sua quarta edizione.
Responsabile del bando è l'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE). 
Il premio viene attribuito anche per la cooperazione tra ministeri, istituti culturali e formativi e organizzazioni non governative. L’Università del Liechtenstein sostiene la giuria internazionale nell’esame qualitativo dei progetti. Il museo alpino svizzero di Berna allestirà un’esposizione itinerante dedicata ai circa trenta edifici premiati.
Il catalogo uscirà a ottobre 2017 come allegato della rivista svizzera di architettura «Hochparterre». La Commissione internazionale per la protezione delle Alpi (CIPRA) fungerà da referente tecnico e organizzativo di «Constructive Alps».

Constructive Alps 2017 - I progetti premiati

Quest'anno la Svizzera e il Liechtenstein hanno organizzato per la quarta volta il concorso «Constructive Alps». Il concorso premia gli edifici alpini più convincenti sia sul piano estetico che su quello della sostenibilità. Dei 261 progetti in lizza, 11 tra ristrutturazioni e nuove costruzioni hanno ottenuto un premio o un riconoscimento. Gli architetti degli edifici premiati hanno utilizzato il suolo e il patrimonio edilizio in maniera particolarmente scrupolosa. «Constructive Alps mostra che è possibile costruire con rispetto nei confronti di una regione sensibile come quella alpina e allo stesso tempo in maniera innovativa», ha dichiarato il presidente della giuria Köbi Gantenbein, in occasione della premiazione che si è tenuta il 20 Ottobre scorso al Museo Alpino di Berna. «La giuria ha premiato diversi edifici, che segnano sia la nuova era dell'edilizia che quella della società
Una scuola del Vorarlberg, un caseificio e un supermercato in Austria nonché un centro comunale in Italia (la casa sociale di Clatron in Trentino) condivideranno un premio di 50 000 euro. Altri sette edifici, tra cui quattro progetti svizzeri, sono stati particolarmente apprezzati e hanno ottenuto un riconoscimento dalla giuria.

Mirko Franzoso Architetto, Casa sociale Caltron, Cles, Trento

Associazione Culturale Il Rosa

Calendario Il Rosa 2019
Eccoli tutti gli sport del Monte Rosa nel Calendario 2019 de “Il Rosa”. La grande montagna, è la seconda più alta in Europa e l’unica di dimensioni himalayane, ha una voce: è quella dei silenzi e delle solitudini delle alte quote, ma anche quella degli sforzi sportivi dell’uomo.