Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

Commissione Internazionale Protezione Alpi

La CIPRA, Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi, è un’organizzazione non governativa, strutturata in rappresentanze dislocate nei sette Stati alpini. Ne aderiscono più di 100 associazioni e organizzazioni. La CIPRA opera in favore di uno sviluppo sostenibile nelle Alpi e si impegna per la salvaguardia del patrimonio naturale e culturale, per il mantenimento delle varietà regionali e per la ricerca di soluzioni ai problemi transfrontalieri dello spazio alpino.
CIPRA - Commissione Internazionale Protezione Alpi

Towards Carbon Neutral Alps

Si terrà il 27 e 28 ottobre 2011 a Chambéry (Fr) "Towards Carbon Neutral Alps - Make Best Practice Minimum Standard ", un progetto Spazio Alpino ALPSTAR per fare delle Alpi una regione climaticamente neutrale entro il 2050.

Leggi tutto

Agricoltura nel cambiamento climatico

cipra-logo-itI cambiamenti climatici rappresentano una grande sfida per la regione alpina che sarà costretta ad adattarsi ai cambiamenti climatici e, al contempo, ad essere più compatibile con il clima. In questo processo sono coinvolti soprattutto i settori chiave della riduzione dei gas serra emessi dal bestiame e della conversione all'agricoltura biologica con una gestione sostenibile dei suoli e delle risorse idriche. Nelle 29 pagine del compact, la CIPRA illustra come sia possibile raggiungere questi obiettivi. Solo l'agricoltura compatibile con il clima è sostenibile! Di questo la CIPRA è fermamente convinta. Sulla base di esempi concreti, all'interno della relazione vengono presentati possibili interventi di adattamento e di mitigazione, i trend, i limiti, i conflitti e le possibili soluzioni.

Leggi tutto

Associazione Culturale Il Rosa

Calendario Il Rosa 2019
Eccoli tutti gli sport del Monte Rosa nel Calendario 2019 de “Il Rosa”. La grande montagna, è la seconda più alta in Europa e l’unica di dimensioni himalayane, ha una voce: è quella dei silenzi e delle solitudini delle alte quote, ma anche quella degli sforzi sportivi dell’uomo.