Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.
Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies.

CaracolTrip: Il Monterosa come non l'avete mai visto

Il grafico freelance Marco Vallino, in arte Caracoltrip ha presentato la sua ultima realizzazione dal titolo: "Il Monterosa come non l'avete mai visto".
Vallino, torinese, si è trasferito nel 2015 in Val D'ayas e da allora ha iniziato ad occuparsi di montagna ed in particolare delle montagne aostane e della migrazione del popolo Walser. Ecco come nata la ricostruzione grafica del movimento dei ghiacciai del versante sud del Monte Rosa nel corso degli ultimi mille anni.
Dall'arrivo dei walser in quella che fu definita Kramerthal, la Val d'Ayas, alla massima espansione delle nevi perenni estive della breve era glaciale, fino allo stato attuale: 1018, 1798 e 2018 questi i tre momenti studiati, immaginati e realizzati da Marco Vallino e visibili sul sito www.caracoltrip.com.

Raffronto dei Ghiacciai del Monte Rosa visto da Caracoltrip

L’opera grafica è diventata un'installazione permanente situata presso il Campo Base, locale sulle piste del comprensorio Monterosa Ski a Champoluc

Associazione Culturale Il Rosa

L'associazione Culturale gestisce la pubblicazione del periodico "Il Rosa - Giornale di Macugnaga e della valle Anzasca". 
Il giornale non viene venduto, ma inviato ad “abbonati” che hanno versato liberamente una quota di contributo oppure solamente hanno segnalato l’indirizzo. Da oltre cinquant'anni è forse il primo caso di free press sulle Alpi. E’ un giornale indipendente, non frutto di un’iniziativa imprenditoriale, né istituzionale.
Redazione e collaboratori forniscono il proprio impegno a titolo gratuito e volontario, mossi da un’adesione profonda e non effimera ai valori della cultura alpina.