Il Rosa
Giornale di Macugnaga e della Valle Anzasca

Valorizzazione delle Terre Alte.

Il nostro intento è quella di offrire alle aziende e alle strutture ricettive che decideranno di aderire, uno spazio web aggiuntivo per promuovere i loro prodotti, segnalare appuntamenti o eventi che le riguardano e favorire lo scambio di informazioni sulle loro attività dando quindi il nostro supporto allo sviluppo di una soluzione di marketing adeguata e contestuale.
Offriamo ai nostri visitatori una vetrina aggiuntiva su queste aziende che, con la qualità del loro lavoro, riescono a mantenere vive le tradizioni e la cultura delle Terre Alte.


Il periodico Il Rosa nasce nel dicembre 1962, in concomitanza con l'inaugurazione della funivia Alpe Bill - Passo del Moro a Macugnaga. Inizia le pubblicazioni come mensile, edito dall’allora Azienda Autonoma di Soggiorno, presieduta da Carlo Ravasio e inizialmente sostenuto dall'Associazione "Amici di Macugnaga", presieduta da Renato Dolfin.
Dopo la scomparsa di Ravasio e Dolfin, subentra un nuovo gruppo dirigente. Nasce la “Cooperativa Editoriale IL ROSA" il cui Direttore responsabile di allora fu Piero Sandonnini, luminosa figura di sportivo e amante della montagna. Dal 1997 la direzione de Il Rosa é assunta dallo scrittore e giornalista Paolo Crosa Lenz.


Piccola pubblicità

Vuoi partecipare alle campagne pubblicitarie del portale Montagna da Vivere ? Rilancia con noi la tua impresa con banner mirati a partire da 50 Euro/anno.
Per informazioni scrivi a: staff@montagnadavivere.it

 

News da "Il Rosa"

Il Rosa, il Giornale di Macugnaga e della valle Anzasca. Da oltre cinquant'anni è il primo caso di free press sulle Alpi diretto dallo scrittore Paolo Crosa Lenz

Il grafico freelance Marco Vallino, in arte Caracoltrip ha presentato la sua ultima realizzazione dal titolo: "Il Monterosa come non l'avete mai visto".
Vallino, torinese, si è trasferito nel 2015 in Val D'ayas e da allora ha iniziato ad occuparsi di montagna ed in particolare delle montagne aostane e della migrazione del popolo Walser.

Ecco come nata la ricostruzione grafica del movimento dei ghiacciai del versante sud del Monte Rosa nel corso degli ultimi mille anni.
Dall'arrivo dei walser in quella che fu definita Kramerthal, la Val d'Ayas, alla massima espansione delle nevi perenni estive della breve era glaciale, fino allo stato attuale: 1018, 1798 e 2018 questi i tre momenti studiati, immaginati e realizzati da Marco Vallino e visibili sul sito www.caracoltrip.com.
L’opera grafica è diventata un'installazione permanente situata presso il Campo Base, locale sulle piste del comprensorio Monterosa Ski a Champoluc